Coltivazioni Outdoor

Come coltivare la Cannabis outdoor 

Coltivare cannabis all'aperto è stato il metodo tradizionale umano di coltivare le sue erbe ricreative e medicinali preferite per migliaia di anni. La natura ha fornito alla cannabis gli adattamenti e la durezza necessari per crescere in molte regioni.

L'allevamento selettivo specializzato da parte dei fornitori di semi più professionali ha prodotto alcune varietà veramente eccezionali che produrranno un'eccellente prodotto nei climi nord-europei non tropicali e persino a migliaia di metri sopra il livello del mare.

Per quei coltivatori che non desiderano coltivare in casa o in serra, la coltivazione all'aperto è un metodo semplice e veloce per produrre la cannabis.

Coltivare cannabis all'aperto con semi di buona qualità non solo fornisce un prodotto incredibilmente potente, ma produce anche alcune delle migliori erbe da degustazione con sapori profondi e aromi ricchi. Il raccolto all'aperto cresce tipicamente da aprile/maggio a ottobre nell'emisfero settentrionale.

Un suggerimento è quelli di far germogliare i semi in casa e dare alle piante un vantaggio, coltivandole in casa sotto le luci per alcune settimane. Si tende spesso a far acclimatare le piante alle temperature esterne prima di piantarle permanentemente all'esterno per essere in tempo per l'estate.

È anche possibile iniziare a coltivare la cannabis all'aperto all'inizio di aprile, nelle prime settimane sotto un pezzo di vetro o in una serra. La resa per pianta femminile è tra 100 e 400 grammi per i diversi ceppi. La maggior parte delle piante ha rese intermedie.

I rendimenti dipendono in particolare dal tempo di semina, dalla nutrizione e dalla luce solare. Tutte le varietà "indoor" e "outdoor" possono essere coltivate all'aperto in latitudini più meridionali.

Preparare il sito per la coltivazione della cannabis outdoor

Uno dei fattori più importanti per il coltivatore all'aperto è preparare correttamente il sito. Il sito di coltivazione ideale dovrebbe avere il sole senza restrizioni per la maggior parte del giorno. La protezione dai forti venti proteggerà anche il tuo raccolto. Avere una fonte di acqua vicina, come un ruscello vicino, può rendere facile l'acqua per il raccolto durante la stagione calda. Molti coltivatori esterni utilizzano fertilizzanti organici come guano di pipistrello, getti di vite senza fine, farina di sangue, farina di ossa ecc.


Coltivatori più esperti all'aperto testeranno il terreno durante la preparazione del sito e fertilizzarlo di conseguenza. I kit di analisi del suolo possono essere acquistati presso i garden center che indicheranno il tipo di suolo, il pH e fattori come il contenuto di sabbia, argilla e argilla ecc. Non esiste un terreno "perfetto" per la coltivazione e diverse varietà spesso si comportano bene una serie di condizioni a condizione che siano presenti sostanze nutritive, il drenaggio è buono e il pH è compreso tra 5,8 e 6,5.

E' importante visitare costantemente il sito di coltivazione. Le visite al punto di coltivazione implicano spesso il controllo delle piante per i parassiti e il loro trattamento di conseguenza. In tempo asciutto, si potrebbe aver bisogno di portare più acqua del previsto alle piante.

Quando coltivate la cannabis all'aperto pensate attentamente alla varietà.

Non tutti i ceppi sono adatti per l'esterno, quindi leggi attentamente le recensioni e scegli un buon fornitore di semi. I migliori ceppi all'aperto sono stati spesso sviluppati in un periodo di diversi anni, allevando selettivamente la prole che mostrava la migliore idoneità alle condizioni esterne e mantenendo livelli di potenza premium.

Questo è un lavoro a tempo pieno che richiede capacità ed esperienza non solo per creare varietà outdoor premium ma anche per stabilizzarle. A volte la parte più difficile della coltivazione outdoor è selezionare la giusta posizione del sito e prepararla per le piante / semi di cannabis. 

Crescere all'aperto è impegnativo ma divertente, può richiedere un pensiero geniale e una preparazione professionale, ma se fatto correttamente, il coltivatore all'aperto può provare il brivido e la soddisfazione di raccogliere gratuitamente tutte le sue forniture di prodotto, come previsto dalle leggi di natura.